Gran Galà dell’alta fedeltà 2015 Roma

10365772_386583174878135_5782451116257404987_n

Anche quest’anno grazie alla passione di Giulio Cesare Ricci, patron della casa discografica Fonè ho avuto modo di assistere a questa manifestazione che secondo il mio modesto parere nel panorama Romano è rimasta l’unica ad avere un significato, sia per i contenuti tecnici degli espositori che per gli ospiti intervenuti, permettendo a noi comuni mortali di toccare con mano la loro bravura e professionalità durante le loro esibizioni.

pubblicare1

L’esperienza trentennale di Giulio Cesare Ricci trova conferma nell’aver saputo creare anche quest’anno due ottime opere. Prendendo spunto dall’ormai collaudata coppia “Musica Nuda”  ha creato una formazione analoga formata dalla voce di  Eleonora Bianchini e dal contrabbasso di Enzo Pietropaoli.

L’album “DOS” è stato registrato nell’ottobre 2014 a  Peccioli (PI) nel Convento dei Padri Cappuccini con una acustica da canto gregoriano, in presa diretta senza nessuna elaborazione di segnale come tradizione di casa Fonè. Un disco di grande intensità, in cui sono interpretati brani dei Led Zeppelin, di Peppino Di Capri, di Ornella Vanoni e altri.

Enzo Pietropaoli è un artista che non ha bisogno di grandi presentazioni, poiché a parlare è la sua carriera a fianco di molti musicisti rilevanti come Chet Baker, Paolo Fresu, Enrico Rava, Toots Thielemans, Pat Metheny e molti altri, ritengo più opportuno descrivere la carriera di Eleonora Bianchini che onestamente non conoscevo ma che ho potuto apprezzare per la sua bravura durante il concerto all’interno della manifestazione.

Eleonora Bianchini nasce a Perugia dove inizia a studiare pianoforte all’età di nove anni e frequenta  il Conservatorio di Musica “Morlacchi” dal 1999 fino all’anno 2003. Dopo aver partecipato, nell’estate del 2002, ai corsi estivi di Umbria Jazz, vince la borsa di studio per frequentare il prestigioso “Berklee College of Music” di Boston. Si esibisce in importanti manifestazioni negli Stati Uniti (Carnagie Hall, Queens Park e Lincoln Center) . Nell’Aprile 2008 realizza il suo primo cd, “Como Un Aguila En Lo Alto”, un progetto in cui riesce a fondere le sue radici culturali con i ritmi e i colori della cultura Latino Americana.  Dal 2009 al 2011 Eleonora vive a New York esibendosi in Clubs come Jule’s Bistro, Zinc Bar, Tutuma Dix Hills Performing Art Center, collaborando con musicisti come “Portinho”, Klaus Muller, Felipe Salles, Hector Martiñon, Juancho Herrera, Aquiles Baez, Leo Traversa e altri.

 

Vive in Ecuador dal 2011 al 2013 ed è parte del corpo docente dell’Universita San Francisco di Quito presso l’Istituto di Musica Contemporanea. Nel 2012 realizza il suo secondo progetto musicale “Esperare” iniziato a New York e terminato a Quito.

Dal 2013 Eleonora vive a Roma dove continua la sua attività di cantante e compositrice sino al 2014 anno in cui ha registrato “DOS”  con l’etichetta Fonè Jazz di Giulio Cesare Ricci

L’altra opera è stata quella di Fausto Mesolella “Live ad Alcatraz”. Un disco veramente bello, poiché esce completamente dai canoni comuni.

Live Ad Alcatraz” ci cattura con il fascino delle sue esibizioni live dei suoi concerti dedicati alla chitarra, ed è stato registrato dal vivo a casa di Dario Fo, nel suo teatrino con i suoi ospiti a Santa Cristina di Gubbio, un villaggio ecologico bellissimo. Tra le varie esecuzioni, mi è piaciuta particolarmente la rilettura in chiave rock di “Libertango” di Astor Piazzolla.

Appuntamento al prossima anno……

 

 

Annunci

Gran galà dell’alta fedeltà 2014 Roma

La manifestazione, nasce dalla passione e dall’entusiasmo di Giulio Cesare Ricci, patron della casa discografica Fonè, ed è dedicata al suono e alla sua riproducibilità tecnica allo stato dell’arte. Quest’anno ho avuto il piacere di condividere un po’ di tempo con lui in una saletta molto accogliente e molto ben suonante.

 

Impiantofoto1

 

In questa occasione ho avuto modo di ascoltare il cd “La notte”  di Enzo Pietropaoli al contrabbasso, Battista Lena alla chitarra e Fulvio Sigurtà alla tromba che ho immediatamente acquistato.

 

fone_la_notte

La registrazione è stata eseguita all’interno del teatro Persio Flacco di Volterra, direttamente su due tracce, senza missaggi, riverberi o manipolazioni di qualsiasi tipo. Questa scelta di non usare l’elettronica, di suonare unplugged riporta a un rapporto diretto con gli strumenti come tradizione di casa Fonè.  “La notte”, contiene dodici composizioni, di cui otto a firma dei solisti impegnati e quattro standards, tra cui “Turn out the stars” di Bill Evans e  “All through the night” di Cole Porter. Il disco brano dopo brano vi trasporterà in un’atmosfera notturna, tipica degli affollati jazzclub di N.Y . Un disco secondo il mio modesto parere,da non lasciarsi sfuggire.